Salta e vai al contenuto principale
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free

Magara dei fiori

Introduzione

Grazie all’hennè possiamo ricorrere anche ad un bel violaceo, se utilizziamo il giusto mix, avremo il colore che desieriamo.

(Ricordate sempre però che molto dipende sia dal colore di partenza e sia dalle stratificazioni, più stratifichiamo, più il colore diventerà intenso, in quanto l’hennè tinge tono su tono).

Per ottenere il viola abbiamo innanzitutto bisogno della lawsonia inermis (l’hennè), in quanto solo grazie alla presenza della lawsonia riusciremo a creare il mix che ci piace.

Vi premetto però che per viola non dovete aspettarvi un viola visibile sempre.

Per viola si intendono i riflessi, che potrete vedere sia sotto la luce del sole che non.

Leggi la guida sull’hennè.

Come ottenere il viola:

Alla base per dei riflessi violacei può esserci un castano (scuro o chiaro), un nero, un mogano.

Ovviamente tutto dipende dal colore di partenza e dalle stratificazioni.

Vi suggerisco di fare questo mix per un castano/viola dai riflessi caldi:

  • 20% Lawsonia
  • 10& indigo (Qui la preparazione)
  • 10% Ibisco (Qui la preparazione)
  • 40% Campeggio (Qui la preparazione)
  • 20% Alcanna (Qui la preparzione)
  • 1 cucchiaino di allume di potassio

Oppure potete procedere con quest altro mix per un castano/viola dai riflessi freddi:

  • 20% Lawsonia
  • 10% indigo (Qui la preparazione)
  • 30% alcanna (Qui la preparazione)
  • 40% campeggio (Qui la preparazione)
  • 1 cucchiaino di allume di potassio

Ovviamente con una sola hennata non avrete probabilmente i riflessi sperati, per cui dovete armarvi di pazienza e stratificare!

Preparazione:

Preparate a parte il campeggio aggiungendo mezzo cucchiaino di allume di potassio e l’alcanna con mezzo cucchiaino di bicarbonato!

Vedrete come cambia colore 🙂

Lasciate riposare mentre preparate il restante mix.

Una volta amalgamate le polveri, aggiungete in fase finale il vostro campeggio e la vostra alcanna che avete precedentemente preparato a parte.

Potete aggiungere del gel di katira, gam o un cucchiaio di zucchero per idratare il mix.

Tempo di posa: almeno due ore!

L’hennè va messo sui capelli puliti (asciutti o bagnati).

Dopo aver sciacquato via il vostro mix, utilizzate balsamo o maschera e ultimate con il risciacquo acido.

Sos capelli bianchi? Basta fare il doppio passaggio!

  • PRIMO passaggio con semplice lawonia che andrete sempre a mischiare con dell’acqua e andrete sempre a metterla su capelli puliti. Tempo di posa: 2 ore.
  • SECONDO passaggio con il mix tintorio che avete scelto sempre con l’aggiunta di almeno un minimo di Lawsonia che andrete a stendere su capelli sempre puliti dopo aver lavato via la sola lawsonia(1 passaggio). Mescolate il mix tintorio all’acqua e lasciate il tutto in posa.
  • Mantenere il colore:

Per mantenere il colore più a lungo possibile, vi consiglio di lavare i capelli con lavaggi delicati, ad esempio a base di erbe ayurvediche (Shikakai, mix Kalpi Tone o Sidr). Se fate impacchi o massaggi con oli, fateli dopo che è passata una settimana dall’ultima applicazione di indigo, in modo da non far scaricare subito il colore.