Salta e vai al contenuto principale
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free

Magara del fuoco

La Magàra del fuoco è colei dalla chioma fiammeggiante, dai toni del rosso freddo. L’ingrediente principale è ovviamente la lawsonia, un arbusto spinoso molto diffuso in Medio-Oriente, noto per le sue proprietà tintorie e curative.
La lawsonia grazie al rilascio di una molecola colorante, il lawsone, tinge di rosso, ma con l’aggiunta di altre erbe tintorie si possono ottenere mille meravigliose sfumature: dal rubino al ciliegia, fino ad arrivare al mogano e al viola.
La tonalità di rosso ottenuta varia anche a seconda di due fattori molto importanti: la base di partenza e la stratificazione. L’henné infatti tinge tono su tono e non può schiarire, di conseguenza se la vostra base è chiara otterrete un rosso acceso e rubino, se la vostra base è scura otterrete un rosso mogano e borgogna.

È importante utilizzare hennè tipicamente freddi e molto pigmentati, come:


Jamila
Lala Menana
Hemani Red
Hemani burgundy
Karishma
MDH

Erbette riflessanti:

Ibisco

Robbia

Sandalo rosso

Barbabietola rossa

Alcanna

Queste magiche polveri possono essere aggiunte al nostro mix tintorio, mantenendo l’henné intorno al 70-80%.

Ecco il mio mix del cuore:

❤️ Lawsonia 70%

🔥 Ibisco 5%

❤️ Sandalo rosso 5%

🔥 Robbia 5%

❤️ Barbabietola 5%

🔥 Alcanna polvere 5% o un cucchiaio di oleolito (qui la preparazione)

❤️ Sidr 5% (aiuta a fissare il colore)

Preparo l’impacco idratando le polveri con un gel, lo stendo a capelli umidi, avvolgo in cuffia e turbante e tengo in posa un paio d’ore!

Se puntate a un rosso borgogna o violaceo vi conviene preparare le erbette separatamente seguendo le preparazioni sopra riportate 👆🏻, io non aggiungo alcun elemento basico perché amo il rosso acceso quindi preparo le polveri tutte insieme, per mantenere il mio rosso rubino ❤️

Una volta raggiunto il colore desiderato, per evitare di stratificare troppo potete hennare solo le radici e fare di tanto in tanto una sherazade per ravvivare il colore: vi basterà preparare il vostro mix tintorio in piccola parte e aggiungere un balsamo o maschera nutriente ❤️

Come preparare il mix

Pesate le polveri che vi servono (henné ed erbe tintorie) e miscelatele con acqua fredda o con un infuso (ad esempio di ibisco) freddo. Preparate il tutto in un recipiente che poi potrete chiudere e riporre in congelatore. Lasciate riposare la miscela per alcune ore (anche una notte ad esempio, se lo preparate di sera). Congelate poi la miscela. Quando volete applicarlo, scongelatelo a bagnomaria o al microonde e applicatelo su capelli puliti (non importa se asciutti o umidi, a voi la scelta). Per ottenere riflessi freddi si dice sempre di fare pose lunghissime (io stessa in passato ho fatto pose notturne), ma dopo varie prove ed esperienze vi direi che 3- massimo 4 ore sono più che sufficienti. Questo per due motivi: il colore probabilmente smette di essere rilasciato dopo questo periodo, e inoltre dati gli studi sulla possibile tossicità dell’henné e le poche informazioni riguardo un suo assorbimento transcutaneo, eviterei di prolungare all’inverosimile il tempo di posa. Anche perché in ogni caso, posa lunga o posa corta che sia, il riflesso freddo non lo otterrete subito ma solo con la stratificazione, quindi vi serviranno diverse applicazioni prima di raggiungerlo. Passato il tempo di posa, risciacquate i capelli con acqua, senza usare lo shampoo; usate eventualmente il balsamo se è necessario.

La stratificazione

Come menzionato nel paragrafo precedente, non saranno le ore di posa a darvi il riflesso che desiderate, ma la stratificazione ovvero le applicazioni di henné su henné. Quindi non demoralizzatevi se dopo le prime pose il colore non sarà subito freddo come lo volete: occorreranno mesi per raggiungerlo. All’inizio potete optare per applicazioni ravvicinate, ad esempio una volta ogni 15 giorni. In seguito potete distanziarle e fare l’henné una volta al mese.

Cura dei capelli rosso freddo

Per mantenere il colore, vi consiglio innanzitutto di attendere alcuni giorni dall’ultimo henné prima di lavare i capelli con lo shampoo. Prediligete lavaggi con prodotti delicati e/o con prodotti alternativi allo shampoo (ad esempio le erbe lavanti). Eventualmente potete fare di tanto in tanto una sherazade ovvero mescolare il vostro mix di henné con una buona dose di maschera nutriente, per ravvivare il colore.