Salta e vai al contenuto principale
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free
Ci siamo rifatti il look: benvenuti sul nuovo shop!
Scopri la nostra linea naturale, biologica e plastic free

Magara della terra

Introduzione

Grazie all’hennè possiamo ricorrere anche ad un bel castano, che sia più chiaro o più scuro, che abbia i riflessi caldi o freddi, se utilizziamo il giusto mix, avremo il colore che desieriamo.

(Ricordate sempre però che molto dipende sia dal colore di partenza e sia dalle stratificazioni, più stratifichiamo, più il colore diventerà intenso, in quanto l’hennè tinge tono su tono).

Per ottenere il castano abbiamo innanzitutto bisogno della lawsonia inermis (l’hennè), in quanto solo grazie alla presenza della lawsonia riusciremo a creare il mix che ci piace.

Leggi la guida sull’hennè.

Tutto dipende dal vosto colore di partenza. L’hennè stratifica e tinge tono su tono, per cui più lo farete, più il colore sarà scuro. Se partite ad esempio da un nero, non potrete avere un castano. Se partite da un castano scuro non potrete di certo avere un castano chiaro.

Come ottenere il castano:

Per ottenere il castano con l’hennè (ovvero la lawsonia) servono appunto in aggiunta ad esso altra erbe tintorie quali: katam, mallo di noce, indigo, nagar motha cassia. Possiamo inoltre scegliere di unire al composto sia il bicarbonato per conferire riflessi freddi alla nostra chioma e sia il sale per far sì che erbe come indigo e katam rilascino meglio il colore.

Castano scuro dai riflessi freddi.

E’ un mix che ho fatto per tanti anni, per cui vi consiglierei di fare:

  • 40% Katam
  • 20% Lawsonia
  • 20% Indigo
  • 20% Nagar Motha
  • un pizzico di sale e un cucchiaino di bicarbonato.

Il bicarbonato ci serve per ottenere riflessi freddi, mentre il sale è una componente grazie alla quale il colore attecchisce meglio.

Castano scuro dai riflessi caldi:

  • 40% Mallo di noce
  • 20% Lawsonia
  • 20% Indigo
  • 20% Nagar Motha
  • un pizzico di sale e un cucchiaino di bicarbonato.

Per ottenere un castano più chiaro:

  • 40% Cassia
  • 20% Lawsonia
  • 20% Indigo
  • 20% Nagar Motha
  • un pizzico di sale e un cucchiaino di bicarbonato.

Se invece vorreste avere un castano nocciola potete fare:

  • 30% mallo di noce
  • 20% lawsonia
  • 10% indigo
  • 30% katam
  • 10% Nagar Motha

(Ricordate che l’indigo richiede un ambiente basico, ragione per cui aggiungete magari del bicarbonato).

Leggi la guida sulla preparazione dell’hennè

Sos capelli bianchi? Basta fare il doppio passaggio!

Beh solo la Lawsonia Inermis è in grado di coprire i capelli bianchi, colorandoli di un rosso/aranciato. Ma niente paura, c’è il doppio passaggio! Se non si vuole coprire i capelli bianchi solo di un semplice rosso si deve ricorrere quindi ad un ulteriore passaggio. Ovvero:

  • PRIMO passaggio con semplice lawonia che andrete sempre a mischiare con dell’acqua e andrete sempre a metterla su capelli puliti. Tempo di posa: 2 ore.
  • SECONDO passaggio con il mix tintorio che avete scelto sempre con l’aggiunta di almeno un minimo di Lawsonia che andrete a stendere su capelli sempre puliti dopo aver lavato via la sola lawsonia(1 passaggio). Mescolate il mix tintorio all’acqua e lasciate il tutto in posa.

Riflessi rossi, viola e blu

Per il rosso: potete aumentare la % di lawsonia, usando un henné che tinga tanto (esempi: zarqa, karishma, lala menana). Altre piante riflessanti sul rosso sono la robbia (Rubia cordifolia) e l’ibisco (Hibiscus sabdariffa).

Per il viola: potete aggiungere alcanna (Alcanna tinctoria) o campeggio (Haematoxylum campechianum) con allume

• Per il blu: l‘unica altra pianta tintoria che tinge di blu è il guado (Isatis tinctoria). Il guado si prepara a parte e tipicamente si congela e scongela una volta prima di aggiungerlo al mix.

Mantenere il colore:

Per mantenere il colore più a lungo possibile, vi consiglio di lavare i capelli con lavaggi delicati, ad esempio a base di erbe ayurvediche (Shikakai, mix Kalpi Tone o Sidr). Se fate impacchi o massaggi con oli, fateli dopo che è passata una settimana dall’ultima applicazione di indigo, in modo da non far scaricare subito il colore.